GINEVRA\ aise\ - L’Alto Commissario per i Rifugiati Antonio Guterres ha accolto oggi con favore l’annuncio da parte dell’Unione Europea di un nuovo contributo di 400 milioni di euro per l'emergenza in Siria.

Il finanziamento annunciato dall’UE è tra i più sostanziosi effettuati sino adesso da un donatore. I 400 milioni di euro donati saranno destinati sia al piano umanitario regionale per i rifugiati siriani sia a soddisfare i bisogni all’interno della Siria. In particolare 250 milioni di euro serviranno a fornire assistenza umanitaria in Siria e nei paesi limitrofi mentre 150 milioni saranno destinati allo sviluppo delle comunità che accolgono i rifugiati ed alla sicurezza dei campi.

“Questo finanziamento è molto importante e molto opportuno", dichiara Guterres. “La Siria sta diventando una delle crisi più tragiche e pericolose dalla fine della Guerra Fredda, provocando un’enorme sofferenza. L’urgenza dei bisogni umanitari è difficilmente sovrastimabile”.

La situazione in Siria è degenerata negli ultimi mesi, migliaia di persone in fuga ogni giorno mettendo sotto pressione i paesi limitrofi che gestiscono i flussi. Le agenzie umanitarie delle Nazioni Unite annunceranno domani, 7 giugno, un nuovo piano di finanziamenti che includerà un appello per il sostegno alla Giordania ed al Libano, i due paesi che ospitano il maggior numero di rifugiati siriani.

Alla luce della portata e natura della crisi in Siria, l’Alto Commissario Guterres e le sue controparti all’OCHA, WFP e UNICEF, hanno chiesto ai Governi di istituire un budget dedicato anche al fine di prevenire l’esaurimento dei finanziamenti disponibili per le altre crisi umanitarie in atto tra cui Mali, Repubblica Democratica del Congo, Sud Sudan e Myanmar. (aise)

Shinystat


Editrice SOGEDI - Società Generale Editoriale s.r.l. Tribunale di Roma n°15771/75  Direttore Responsabile: Giuseppe Della Noce