LA PLATA\ aise\ - Il 2 luglio scorso, presso la Delegazione regionale di La Plata del Ministero del Lavoro della Provincia di Buenos Aires, è stato firmato il rinnovo dell’accordo per il Programma di tirocini formazione-lavoro realizzato nell’ambito del Progetto "Occupazione e sviluppo della Comunità degli italiani all’estero" (ITES), promosso dal Ministero del Lavoro italiano, attraverso la sua agenzia tecnica, Italia Lavoro, e col cofinanziamento del Ministero del Lavoro della Provincia di Buenos Aires.
Ad aprire la cerimonia è stato il Sottosegretario per l’impiego del Ministero del Lavoro della Provincia, Pedro Cedrés, cui hanno fatto seguito gli interventi del procuratore di "Italia Lavoro" in Argentina, Lionello Tassoni, e del Ministro del Lavoro della Provincia di Buenos Aires, Oscar Cuartango.
Alla presenza di una sala gremita di rappresentanti delle associazioni italo-argentine, i funzionari hanno sottolineato l’importanza rivestita da questo tipo di iniziative per il rafforzamento delle relazioni bilaterali tra Italia ed Argentina. Il Programma di tirocini formazione-lavoro si propone di favorire la formazione e l’inserimento nel mercato del lavoro di disoccupati italo-argentini attraverso borse formative in posti di lavoro reali. Il rinnovo dell’accordo che darà continuità al Programma è da ricercarsi nel grande successo ottenuto dallo stesso durante la prima fase, in cui ne hanno beneficiato 150 persone. Attraverso questa nuova iniziativa altri 200 disoccupati italo-argentini avranno la possibilità di accedere a dette borse, ed alte probabilità di essere assunti una volta concluso il percorso di formazione.
"L’accordo è in sintonia con le politiche per l’impiego del Ministero, che puntano a migliorare non solo la quantità ma anche la qualità del lavoro" ha spiegato Cuartango.
L’importanza del rinnovo dell’accordo è stata invece sottolineata da Tassoni: "ancora una volta con il finanziamento dei Ministeri del Lavoro d’Italia e della Provincia di Buenos Aires rilanciamo quest’esperienza che ha riscosso tanto successo".
Coordinatrice del Progetto ITES in Argentina, Adriana Bernardotti ha spiegato alla stampa: "il Programma mette in pratica due obiettivi strategici del Progetto ITES "fare rete" e "fare sistema". Da una parte si inserisce tra le politiche attive per l’impiego locali, perché si appoggia a programmi che la Provincia realizza da anni con enorme successo in termini di inserimento lavorativo. Per un altro verso questo programma è importante in quanto viene realizzato operativamente insieme alle associazioni ed organizzazioni italiane partner del Progetto, con il chiaro obiettivo di lavorare in rete per l’offerta di servizi nell’ambito dell’impiego e della formazione".
Cedrés ha tenuto a sottolineare che il precedente governo aveva già promosso ed appoggiato l’iniziativa di "Italia Lavoro", quale politica rivolta a disoccupati e basata sulla formazione. "Il Programma offrirà a disoccupati italo-argentini percorsi di tirocinio formazione-lavoro di sei mesi, in posti di lavoro reali, presso imprese della Provincia di Buenos Aires attraverso una borsa finanziata dai due ministeri, un complemento di borsa assegnato dall’impresa interessata alla formazione" ha spiegato Cedrés.
I beneficiari conteranno anche sull’appoggio di un tutor esterno che li accompagnerà nel percorso di formazione, sull’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e sulla corrispondente copertura legale. Il rinnovo dell’accordo implicherà altresì l’ampliamento delle sedi dei partner di Progetto messe a disposizione per la raccolta dell’offerta e della domanda: alle 15 sedi già esistenti si aggiungeranno due nuove sedi a Bahia Blanca e Balcarce.
Il Ministro Cuartango ha chiuso la cerimonia riferendosi infine all’importanza di una collaborazione tra Italia ed Argentina. "L’esperienza italiana ci – ha detto in proposito – permetterà di superare la qualità della nostra formazione. Spero che quest’esperienza possa ripetersi all’ infinito".
Tra i presenti alla firma i rappresentanti dei Partner di Progetto (ANGEER, CCIA, CAVA, CIAPI, Consiglio Regionale della Puglia – Argentina, EFASCE, FACA, FEDELAZIO, Federazione dei Circoli sardi in Argentina, Fe.Ma.Cel., Patronato Inas-CISL, Patronato Ital-UIL, PROTER, Trentini nel mondo in Argentina, URERBA, Università di Bologna sede Buenos Aires), numerosi animatori territoriali provenienti da La Plata e Mar del Plata, ed il Presidente della Federazione delle Associazioni italiane di Mar del Plata, Juan Radina, che ha spiegato alla stampa l’importanza che hanno progetti di questo genere per le associazioni italiane in Argentina. (aise)

Shinystat


Editrice SOGEDI - Società Generale Editoriale s.r.l. Tribunale di Roma n°15771/75  Direttore Responsabile: Giuseppe Della Noce